- By Giorgio Scerbanenco

Milano Calibro 9

  • Title: Milano Calibro 9
  • Author: Giorgio Scerbanenco
  • ISBN: 9788811666417
  • Page: 188
  • Format: Paperback
  • Milano Calibro Milano calibro raccoglie ventidue racconti neri di Giorgio Scerbanenco Ventidue storie dure disperate di morti ammazzati e di traffici oscuri con impreviste pieghe di tenerezza e sconcertanti sus

    Milano calibro 9 raccoglie ventidue racconti neri di Giorgio Scerbanenco Ventidue storie dure, disperate, di morti ammazzati e di traffici oscuri, con impreviste pieghe di tenerezza e sconcertanti sussulti d a Ventidue frammenti di vita, fulminei e feroci, che parlano dell atrocit , della miseria, dell assurdit di questo mondo.L immaginazione di Scerbanenco pare volMilano calibro 9 raccoglie ventidue racconti neri di Giorgio Scerbanenco Ventidue storie dure, disperate, di morti ammazzati e di traffici oscuri, con impreviste pieghe di tenerezza e sconcertanti sussulti d a Ventidue frammenti di vita, fulminei e feroci, che parlano dell atrocit , della miseria, dell assurdit di questo mondo.L immaginazione di Scerbanenco pare volersi superare in ogni racconto, la sua fantasia raccoglie spunti e svolge trame in qualsiasi parte d Italia Ma a Milano che torna sempre, e a Milano si svolgono quasi tutti questi racconti una citt sentina di vizi e misfatti, odiosa e odiata, ma irresistibile, scoperta e ricreata con un tono inconfondibile di verit.

    1 thought on “Milano Calibro 9

    1. Una raccolta di ventidue racconti per lo più ambientati a Milano, che, con storie brevissime come lampi, raccontano di personaggi emarginati, depressi, solitari che commettono crimini di strada, ma anche borghesi o benestanti che incarnano la faccia nera della futura “Milano da bere” luccicante di mondanità. Donne sole che cercano consolazione in amori criminali, come le protagoniste dei racconti “Il nodo Luisa” e “Ubbidire o morire”, o minorenni apparentemente innocenti che nascon [...]

    2. Milano comanda colore. Nero catrame; denso come la nebbia che ottunde la vista. Ventidue sottili sfumature di pena e dolore.Emarginazione sociale, corruzione degli istinti, facoltoso vuoto spirituale, lucida vendetta: l’unica vera certezza è la tragedia che incombe e ineluttabile marchia ogni storia.Eppure si corre verso la fine, ignorando il puzzo della paura, rabbrividendo di freddi sudori.Fantasticando il sollievo.

    3. Nero in cittàIn questa raccolta di racconti, Scerbanenco fa una brutale panoramica sugli aspetti neri che dominano la vita di alcuni cittadini, chi vittima e chi delinquente, inscenando 22 storie venate di vendetta, smania di denaro, vizio, follia e a volte di riscatto, anche se da un punto di vista squisitamente morale — condanniamo il gesto violento ma, insomma, stiamo dalla parte di chi lo compie; a me è capitato leggendo Preludio per un massacro estivo, a suo modo toccante, e Spara che t [...]

    4. Wow, non me l'aspettavo. Siamo lontani dal giallo, Scerbanenco sfodera un hard boiled che sfocia spesso e volentieri nel pulp e, visto che ci troviamo davanti a una raccolta del 1969 mica cazzi. Ovviamente ci sono alti (molti) e bassi (pochini), ma Milano calibro 9 è composta da ventidue racconti in definitiva più che meritevoli, gemme di psicologia criminale, fatalità e odio purissimo.

    5. ventidue racconti nerissimi, tragici, fulminei. in cui non c'è redenzione, in cui sembra quasi impossibile essere felici. non ai livelli della tetralogia di duca lamberti, ma un ottimo scerbanenco- asciuttissimo e tagliente.

    6. Giorgio Scerbanenco era ucraino di nascita, ma milanese d'adozione.Il presente libro è una raccolta di racconti polizieschi, scritti negli anni 60, ed ambientati per la maggior parte a Milano, come suggerisce il titolo. Si tratta di scorci di un mondo criminale e violento, senz'altro, ma in qualche modo più semplice ed innocente di quello attuale; siamo lontani dallo stile dei best-seller che vanno di moda adesso, con profiler e CSI dalla scienza esatta, ed eroi o antieroi d'azione dinamici e [...]

    7. Bellissimo libro. L'ho scoperto quasi per caso, cercando su google parole chiave come short stories, noir, crime difficilmente si trovano libri di autori italiani (Scerbanenco è Russo ma è da quando aveva sei mesi che ha vissuto in Italia).Cercavo storie nello stile dei film di Tarantino criminali, dialoghi diretti a volte divertenti, colpi di scena che ho in parte trovato in questo libro.Sembra impossibile che sia datato 1969.Uno dei prossimi libri che leggrerò sarà sicuramente Centodelitti [...]

    8. Raramente una raccolta di racconti mi lascia così soddisfatta. C'è sempre la storia incompleta, deludente o che comunque ti lascia indifferente Ebbene questo non è il caso!Scerbanenco non è superficiale. Ogni storia deve coinvolgerti e lasciarti l'amaro in bocca. Solo nelle ultime, a suo modo, c'è uno scorcio di speranza o di pseudo giustizia criminale. Per non dimenticare queste vicende, scriverò due parole per racconto: - Milan, by Calibro 9Due sicari americani a Milano e Kekka. Pietà e [...]

    9. Non sono un'amante dei noir e la violenza non mi piace, ho voluto leggere questo libro sperando parlasse di Milano e dei suoi luoghi. In questo senso non sono stata particolarmente soddisfatta, ma ho scoperto personaggi e storie che mi hanno catturata, in senso buono o meno.

    10. Pur inferiore ai suoi capolavori (su tutti, "I milanesi uccidono di sabato" e "Venere privata", due dei quattro romanzi che vedono protagonista l'ex medico Duca Lamberti), questa raccolta di racconti firmati dal grande Giorgio Scerbanenco racchiude un interessante spaccato dell'Italia del boom degli anni '60.Protagonisti marginali (in alcuni casi degli "sconfitti", in altri malavitosi di piccolo cabotaggio in cerca di vendetta), comunque segnati dalla vita, con finali quasi sempre tutt'altro che [...]

    11. storie brevi e affilate come un coltello. drammatiche ed eleganti, nella loro mostruosità fanno rimpiangere una mala che non c'è più, in cui gli assassini uccidevano di persona e per bisogno, e i rapinatori rapinavano secondo necessità. tutti, comunque, senza nessuna speranza.

    12. Secco. Perfetto.Milano, quasi solo Milano e ventidue soggetti per ventidue possibili film.Cosa aspettiamo?

    Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *